La banca dati documentale sul lavoro
Ricerca semplice Ricerca avanzata Ricerca incrociata
Benchmarking sui Servizi pubblici per l'impiego in Europa

I Servizi pubblici per l'impiego sono al centro dell'attuale dibattito europeo in quanto ad essi è richiesto sia un ruolo più incisivo nelle politiche del mercato del lavoro, ma anche la revisione dei modelli organizzativi quale strumento di contrasto agli effetti prodotti dalla crisi economica e finanziaria sull'occupazione. Il loro ruolo nei diversi Paesi europei quali strumento operativo per le politiche del lavoro, assume quindi un peso sempre crescente. Una tendenza prevalente in questi anni, è quella dell'accorpamento e creazione di uno strumento unico che gestisce sia le politiche attive, che quelle passive. L'analisi condotta in ciascun Paese membro  evidenzia che ciò è presente nella maggior parte dei contesti osservati, lasciando a pochi scenari una gestione distinta (è il caso, ad esempio, del Belgio, dell'Italia, del Portogallo e della Svezia).
Tale modalità gestionale influisce fortemente sulla organizzazione funzionale delle Agenzie stesse, ma soprattutto sulla capacità di anticipare e contrastare le dinamiche negative del mercato del lavoro.
Altro aspetto è quello che vede le Agenzie coinvolte in processi di ristrutturazione interna che hanno messo in discussione la relativa autonomia. È il caso, ad esempio, del Jobcentre Plus del Regno Unito confluito nel 2011 all'interno della struttura del Ministero del Lavoro inglese, un caso simile è quello dell'Agenzia svedese, così come la recente (2012) incorporazione nel Dipartimento della protezione sociale, del FAS irlandese.
In ogni modo, con l'avvento della crisi le Agenzie si sono rafforzate, razionalizzando le proprie procedure d’intervento oppure accrescendo il numero di tipologie di servizi o aumentando il numero di addetti. Un caso paradigmatico è quello della BA tedesca, diventata la seconda azienda per numero di addetti con 110.033 dipendenti; altrettanto importanti sono il Jobcentre Plus con 77.722 dipendenti e Pôle Emploi con 49.407. Va comunque evidenziato che l’organico risulta così elevato in quanto le Agenzie risultano competenti anche per la gestione delle politiche passive, tra cui l'erogazione dell’indennità di disoccupazione.
Aspetto importante, se non il principale, è quello relativo alla “quota di intermediazione”, ossia la capacità di incidere concretamente sulla platea di coloro alla ricerca di occupazione. Si passa da una “quota-monopolio” in Svezia (85%-92%), al 60% della Finlandia, al 50% della Germania, al 35% nel Regno Unito, fino al 13% della Repubblica Ceca e all’esiguo 3%-4% del nostro Paese, segno di un’evidente necessità di riformare la governance, la dotazione finanziaria e strutturale dei PES italiani, che vedono una spesa in rapporto al PIL (0,032%) che è un decimo di quella di altri Paesi (ad esempio, la Francia con il 0,252%, la Germania con il 0,340%, per arrivare alla Danimarca con lo 0,543%).

Apri: Benchmarking sui Servizi pubblici per l'impiego in Europa  pdf 827 KB

Soggetto emanante: Italia Lavoro
Data: 03-02-2014
Tipologia: Rapporti di Benchmarking
Parole chiave: servizi per il lavoro   rete pubblico-privato   domanda di lavoro   centri per l'impiego   politiche attive del lavoro   politiche passive del lavoro   servizi alle imprese  

Documenti correlati
Benchmarking sul ruolo delle agenzie tecniche in Europa
Esempi di Politiche del lavoro in Europa. I Servizi di collocamento pubblici
Una sfida per l'utente. Benchmarking dell'offerta dei servizi pubblici
Benchmarking sugli strumenti per la qualità dei servizi per il lavoro in Europa
Il ruolo dei Servizi pubblici per l'impiego in relazione alla Flexicurity, nei mercati del lavoro europei. Rapporto finale
Dossier. I Servizi per il lavoro. Selezione di Studi e Ricerche
Il punto sull'accreditamento dei Servizi per il lavoro nei sistemi regionali
Indagine sui Servizi per l'impiego 2013. Rapporto di monitoraggio
Comunicazione della Commissione europea, 17 giugno 2013, COM(2013) 430 def.
Rapporto annuale sulle Comunicazioni Obbligatorie 2013
Legge 28 giugno 2012, n. 92 (Riforma del mercato del lavoro)

Nella rete
Commissione europea - Occupazione affari sociali e inclusione
WAPES - Associazione mondiale dei Servizi pubblici per l'impiego
Eurostat
Oakley skidglasögonGHD Plattång,Kate Spade handbags online,Planchas de pelo ghd baratas,Nike Air Jordan Shoes outlet nz,Herve Leger Rea,UGG hombre madrid,Isabel Marant homme pas cher,Piumini Duvetica Uomo Milano,Nike Air Max rea Sverige 2016,Billiga UGG Stövlar rea,Canada Goose jack dam,moncler hombre online,Canada Goose outlet baratas,Christian Louboutin Outlet Online,Chrome Hearts outlet Italia,Hollister Outlet,moncler Jacka Dam