La banca dati documentale sul lavoro
Ricerca semplice Ricerca avanzata Ricerca incrociata
L'indagine longitudinale sui percorsi professionali degli apprendisti. Il focus sulla Lombardia

L'indagine utilizza gli archivi dell'INPS sugli adempimenti contributivi degli occupati (dipendenti e autonomi), in aggiunta ai destinatari di prestazioni di disoccupazione o di trattamenti previdenziali. Dall'analisi effettuata emerge una discreta diffusione del contratto di apprendistato tra i giovani, nonostante il periodo di crisi negli ultimi quattro anni abbia portato una consistente flessione passando da 130 mila apprendisti nel 2007 a 97 mila nel 201 con una perdita di oltre 30 mila unità.  La flessioe maggiore riguarda la provincia di Cremona (-37,2) seguita da Mantova (-32,6%). In provincia di Milano la riduzione risulta più bassa (-15,4%).
La distribuzioe per settore economico mostra differeze determitate dalle diverse specializzazioni produttive. Più di un terzo risulta occupato nel commercio, mentre il 21,9% è occupato nell'industria e a seguire le attività di credito (18,6%) e delle costruzioni (15,1%). Per quanto riguarda la differenza di genere la componente maschile è più numerosa di quella femminile (53 mila unità contro 44 mila).
L'analisi sui percorsi professionali degli apprendisti mostra che la Lombardia è tra le regioni in cui l'apprendistato ha un discreto successo. Il 62,7% dei giovani dopo tre anni risulta assunto con contratto di dipendente privato e solo il 10% risulta fuori dagli archivi dell'INPS perchè ha perso il lavoro.e nonostante il periodo di crisi negli ultimi quattro anni abbia portat una consistente flessione passando da 130 mila apprendisti nel 2007 a 97 mila nel 201 con una perdita di oltre 30 mila uità.
Complessivamente l'89,5% dopo tre anni risulta ancora occupato sia come lavoratore pubblico che privato. Più della metà risulta avere un'età fra i 20 e i 24 anni e, la retribuzione media annua è pari a circa 12.600 euro circa ma, con una differenza di circa 900 euro a favore degli uomini, la tipologia di apprendistato più diffusa è quella professioalizzante (59,9%).

 

 

Apri: L'indagine longitudinale sui percorsi professionali degli apprendisti. Il focus sulla Lombardia   pdf 285 KB

Soggetto emanante: Italia Lavoro
Data: 30-11-2011
Tipologia: Studi e ricerche
Parole chiave: apprendistato   giovani   integrazione scuola-lavoro   occupazione   tipologie contrattuali  

Documenti correlati
Decreto Legislativo 14 settembre 2011, n. 167
Testo Unico dell'apprendistato. Testo concordato nella Conferenza Stato-Regioni, 7 luglio 2011
L'indagine longitudinale sui percorsi professionali degli apprendisti. L'evoluzione della posizione professionale degli apprendisti nel corso di tre anni (2007-2009)
Contratto di Apprendistato: i punti deboli della Riforma
Apprendistato in Italia: stato dell'arte
Giovani e lavoro
L'indagine longitudinale sui percorsi professionali degli apprendisti. Il focus sul Lazio
Benchmarking sull'apprendistato in Europa. Scheda Italia
Benchmarking sulle politiche a sostegno della stabilizzazione al lavoro dei Giovani in Europa. Scheda Italia

Nella rete
Ministero del lavoro
INPS
Apprendere lavorando
Oakley skidglasögonGHD Plattång,Kate Spade handbags online,Planchas de pelo ghd baratas,Nike Air Jordan Shoes outlet nz,Herve Leger Rea,UGG hombre madrid,Isabel Marant homme pas cher,Piumini Duvetica Uomo Milano,Nike Air Max rea Sverige 2016,Billiga UGG Stövlar rea,Canada Goose jack dam,moncler hombre online,Canada Goose outlet baratas,Christian Louboutin Outlet Online,Chrome Hearts outlet Italia,Hollister Outlet,moncler Jacka Dam