La banca dati documentale sul lavoro
Ricerca semplice Ricerca avanzata Ricerca incrociata
Il DL 28 gennaio 2019, n. 4 su Reddito di cittadinanza e pensioni

A cura della Direzione Benchmarking e Relazioni Internazionali di ANPAL Servizi. Il DL n. 4/19 pubblicato sulla GU Serie Generale n. 23 del 28 gennaio 2019 e successivamente approvato dal Senato in data 27 febbraio 2019, consta di 29 articoli, divisi in tre Capi: Capo I “Disposizioni urgenti in materia di Reddito di cittadinanza” (articoli 1-13); Capo II “Trattamento di pensione anticipata ‘Quota 100’ e altre disposizioni pensionistiche” (articoli 14-26) e Capo III “Disposizioni finali” (articoli 27-29). La presenta nota approfondisce il Capo I, inerente il Reddito di cittadinanza (Rdc). Il Rdc decorre dal mese di aprile 2019 ed è riconosciuto ai nuclei familiari in possesso, cumulativamente, dei requisiti: - di cittadinanza, residenza e soggiorno; - reddituali e patrimoniali; - godimento di beni durevoli. Su base annua si compone di: - una componente ad integrazione del reddito familiare fino alla soglia di 6 mila euro annui moltiplicata per il corrispondente parametro della scala di equivalenza di cui all'art. 2, c. 4; - una componente ad integrazione del reddito dei nuclei familiari residenti in abitazioni in locazione, fino ad un massimo di 3.360 euro annui. La soglia massima del Rdc pari a 9.360 euro annui e minima pari a 480 euro annui. La durata massima è prevista per un periodo continuativo non superiore a 18 mesi. Può essere rinnovato. L'erogazione è condizionata alla dichiarazione da parte dei componenti il nucleo familiare maggiorenni, di immediata disponibilità al lavoro, nonché all'adesione ad un percorso personalizzato di accompagnamento all'inserimento lavorativo e all'inclusione sociale. Il richiedente e i componenti il nucleo riconosciuti beneficiari del Rdc e non esclusi dagli obblighi connessi alla fruizione del Rdc, sono tenuti a rendere la DID di persona tramite la piattaforma digitale del Rdc di cui all'art. 6, anche per il tramite degli istituti di patronato convenzionati, o presso i CPI, entro 30 giorni dal riconoscimento del beneficio. I beneficiari non esclusi o esonerati dagli obblighi, stipulano presso i CPI o, dove previsto da Leggi regionali, presso i soggetti privati accreditati per i Servizi per il lavoro, un Patto per il lavoro. In caso di bisogno complesso e multidimensionale, i beneficiari sottoscrivono un Patto per l'Inclusione Sociale.

Apri: Decreto Legge 28 gennaio 2019, n. 4 su Reddito di cittadinanza e pensioni  pdf 996 KB

Soggetto emanante: ANPAL Servizi
Autore:
Data:
Tipologia: Studi e ricerche
Parole chiave: anpal   disoccupazione   inclusione sociale   inserimento lavorativo   fasce deboli   mercato del lavoro   centri per l'impiego   politiche attive del lavoro   politica sociale  

Documenti correlati
Decreto Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali 10 aprile 2018
Decreto Legislativo 15 settembre 2017, n. 147
Legge 30 dicembre 2018, n. 145 - Legge di Bilancio 2019
Decreto Legge 28 gennaio 2019, n. 4
Decreto Legislativo 14 settembre 2015, n. 150

Nella rete
Ministero del Lavoro - Reddito di cittadinanza
Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
ANPAL Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro
Decreto Legge 28 gennaio 2019, n. 4
Oakley skidglasögonGHD Plattång,Kate Spade handbags online,Planchas de pelo ghd baratas,Nike Air Jordan Shoes outlet nz,Herve Leger Rea,UGG hombre madrid,Isabel Marant homme pas cher,Piumini Duvetica Uomo Milano,Nike Air Max rea Sverige 2016,Billiga UGG Stövlar rea,Canada Goose jack dam,moncler hombre online,Canada Goose outlet baratas,Christian Louboutin Outlet Online,Chrome Hearts outlet Italia,Hollister Outlet,moncler Jacka Dam